Paolo Marcelloni Paolo Marcelloni Paolo Marcelloni Paolo Marcelloni Paolo Marcelloni Paolo Marcelloni Paolo Marcelloni Paolo Marcelloni Paolo Marcelloni
     
ELENCO DELLE LEZIONI:
Lezione n°
PDF della lezione
   
Lezione 39

Lezione 38

Lezione 37

Lezione 36

Lezione 35

Lezione 34

Lezione 33

Lezione 32

Lezione 31

Lezione 30

Lezione 29

Lezione 28

Lezione 27

Lezione 26

Lezione 25

Lezione 24

Lezione 23

Lezione 22

Lezione 21

Lezione 20

Lezione 19

Lezione 18

Lezione 17

Lezione 16

Lezione 15

Lezione 14

Lezione 13

Lezione 12

Lezione 11

Lezione 10

Lezione 9

Lezione 8

Lezione 7

Lezione 6

Lezione 5

Lezione 4

Lezione 3

Lezione 2

Lezione 1

 

 

 

Lezione n° 38

 

LEZIONE: periodo gennaio/febbraio

OBIETTIVO
PRINCIPALE
  Off skate su tappetini: percezioni plantari, propriocettività, su semplici posizioni di equilibrio generale e specifico/tecnico
Pattini: pianificazione settimanale
     
OBIETTIVO
COORDINATIVO
  Controllo dei movimenti tecnici alle varie richieste di velocità
     
OBIETTIVO
TECNICO
  Richieste sempre costanti di movimenti corretti e richiami agli esercizi off-skate e relative posizioni

Off skate su tappetini:

  1. Ricerca della posizione corretta dei due piedi e scarico plantare sempre richiesto (indicazione riga tratteggiata che passa tra alluce e secondo dito avanti e centro tallone dietro),
  2. Riscaldamento e mobilizzazione dell’articolazione della caviglia (cerniera più bassa e più vicina ai pattini),
  3. Prendere la posizione base e percepire un angolo al ginocchio di 110-120 gradi,
  4. Equilibrio alternato sul destro e sul sinistro in posizione eretta,
  5. Carica il cannone “semplificato” (pennarello, l’equilibrio viene aiutato dal leggero e continuo contatto dell’alluce dell’altro piede),
  6. Carica il cannone (come da scheda),
  7. Il core della traslocazione,
  8. Spingo per il recupero,
  9. Spingo ergo trasloco,
  10. Incrocio.

Tutti i saltelli sul tappetino

  1. Piedi pari 0-20, 110°, spostamenti laterali DX/SX con salto/spinta di 20 cm. (7 saltelli verso destra, 7 saltelli verso sinistra),
  2. Monopodalico, 110°, spostamenti laterali interni, solo andata DX/SX, con salto/spinta di 20 cm. (7 saltelli DX interni, 7 saltelli SX interni),
  3. Monopodalico, 110°, spostamenti laterali interni ed esterni, andata e ritorno DX, andata e ritorno SX, con salto/spinta di 20 cm. (7 saltelli DX interni + 7 saltelli DX esterni = 14 totali, 7 saltelli SX interni + 7 saltelli SX esterni = 14 totali),
  4. Sulla stessa impronta, balzi in alto, atterraggio a 110°, posizionamento altro arto esteso fuori in posizione di spinta,
  5. Sulla stessa impronta, balzi in alto, atterraggio a 110°, posizionamenti alternati in esterno stessa direzione (passo incrociato).


Modalità esecutive: lavori a tempo fino a 30 secondi, ripetute da 6-8 per gamba per lavori monopodalici, attenzione alle correzioni individuali.

Velocità e capacità di reazione
Da ¾ di giro, 1 giro, 1 giro e mezzo
15-20 giri totali

Partenze da fermi:

  1. In linea
  2. In fila
  3. Con handicap
  4. Su curve a boa dx/sx

Velocità prolungata
Da 3 a 4 giri
40-50 giri totali

Partenze in movimento:

  1. Ripetizioni con cambi
  2. Ripetizioni con 1 atleta che tira, gli altri in scia
  3. Ripetizioni con sorpassi liberi
  4. Conteggio passi max 36-48 (con Carrellamento)

Resistenza
Obiettivo 10 giri totali per ripetizione
50-80-100 giri totali
Partenze in movimento:

  1. 2 giri X 5 Recupero tra le ripetizioni 30” (verso 15”)
  2. 3 giri X 2 + 4 giri X 1 Recupero tra le ripetizioni 45” (verso 30”-15”)
  3. 4 giri – 3 giri – 4 giri Recupero tra le ripetizioni 45” (verso 30”-15”)
  4. 5 giri X 2 Recupero tra le ripetizioni 60” (verso 45”-30”)
  5. Americana 1 o 2 giri a testa X 15-20 cambi Recupero = 0
  6. Lavori continui tirati da un solo atleta (gli altri in scia) X 20-30 giri (50 in palestra) Max 2-3 ripetizioni alternare chi tira, Recupero 6’-8’
  7. Conteggio passi Max 100 (senza Carrellamento), 1 ripetizione a testa o da soli, Recupero 2’-3’
  8. 10-15 giri x 4/5, no carrellamento, tecnica, ultimo giro MAX, una prova a testa

NB: intensità medio/basse per lavoro in gruppo, intensità personali se da soli.

Note: scelta del numero di esercizi e delle modalità di lavoro, miscelazione degli stessi.

LUNEDI MERCOLEDI VENERDI
     
Velocità + Capacità di reazione Velocità prolungata Resistenza
     
Resistenza Tappetini
Cerchi
Velocità + Capacità di reazione
     
    Tappetini
Cerchi

 

 


home page || chi sono || studi || articoli || foto e video || news || lezioni || libro || contatti || privacy