Paolo Marcelloni Paolo Marcelloni Paolo Marcelloni Paolo Marcelloni Paolo Marcelloni Paolo Marcelloni Paolo Marcelloni Paolo Marcelloni Paolo Marcelloni
     
ELENCO DELLE LEZIONI:
Lezione n°
PDF della lezione
   
Lezione 39

Lezione 38

Lezione 37

Lezione 36

Lezione 35

Lezione 34

Lezione 33

Lezione 32

Lezione 31

Lezione 30

Lezione 29

Lezione 28

Lezione 27

Lezione 26

Lezione 25

Lezione 24

Lezione 23

Lezione 22

Lezione 21

Lezione 20

Lezione 19

Lezione 18

Lezione 17

Lezione 16

Lezione 15

Lezione 14

Lezione 13

Lezione 12

Lezione 11

Lezione 10

Lezione 9

Lezione 8

Lezione 7

Lezione 6

Lezione 5

Lezione 4

Lezione 3

Lezione 2

Lezione 1

 

 

 

Lezione n° 37

 

LEZIONE: 7 gennaio

OBIETTIVO
PRINCIPALE
  Off skate su tappetini: percezioni plantari, propriocettività, su semplici posizioni di equilibrio generale e specifico/tecnico
Pattini: trasformazione sul mezzo su lavoro di resistenza
     
OBIETTIVO
COORDINATIVO
  Ritmo lento per accentuare le difficoltà di equilibrio
     
OBIETTIVO
TECNICO
  Mantenimento della posizione per il tempo di lavoro

Off skate su tappetini:

  1. Ricerca della posizione corretta dei due piedi e scarico plantare sempre richiesto (indicazione riga tratteggiata che passa tra alluce e secondo dito avanti e centro tallone dietro),
  2. Riscaldamento e mobilizzazione dell’articolazione della caviglia (cerniera più bassa e più vicina ai pattini),
  3. Prendere la posizione base e percepire un angolo al ginocchio di 110-120 gradi,
  4. Equilibrio alternato sul destro e sul sinistro in posizione eretta,
  5. Carica il cannone “semplificato” (pennarello, l’equilibrio viene aiutato dal leggero e continuo contatto dell’alluce dell’altro piede),
  6. Carica il cannone (come da scheda).

Modalità esecutive: lavori a tempo fino a 30 secondi, ripetute da 6-8 per gamba per lavori monopodalici, attenzione alle correzioni individuali.

Pattini:

  • 20 minuti di lavoro in scia (divisi in due gruppi),
  • Dai 5 ai 15 giri un atleta resta in testa,
  • Velocità controllata per non fermare mai l’azione anche in curva (anche in palestra),
  • Richieste di ricordo e ricerca posizione (con riferimento alle posizioni senza pattini), informazione ricorrente: GINOCCHIO AVANTI, RESTARE SOPRA AL TAPPETINO, NON USCIRE CON LE SPALLE FUORI DAL TAPPETINO,
  • Ultimi 20 giri il più forte in testa fino alla fine con progressione della velocità.

Pattini:

  • 6-8 ripetizioni x 2 giri (in coppia, o più, alternando chi sta in testa),
  • Intensità alta inserimento del carrellamento (ricordo della posizione base a 110 gradi e “0-20”

 


home page || chi sono || studi || articoli || foto e video || news || lezioni || libro || contatti || privacy